Sentiero N. 14

Sentiero N. 14 – Cala Napoletana – Cala Crucitta
Isola di Caprera

Itinerario ad anello dal forte Arbuticci a Cala Napoletana, Punta Crucitta e ritorno

Tra i molti che si possono scegliere sull’isola garibaldina, l’itinerario proposto è quello che meglio sintetizza gli aspetti dell’enorme pregio che l’isola di Caprera racchiude: la prorompente bellezza paesaggistica e naturalistica, unitamente all’elevato valore della sua storia.

Il sentiero ha inizio dal quadrivio ai piedi della fortificazione di Arbuticci, imboccando la carrareccia più a nord, accesso diretto alla parte settentrionale dell’isola, remota e selvaggia. Si cammina in discesa, fino a incontrare una ombrosa lecceta, al di là della quale il sentiero si immerge nel folto della macchia, tra fitte eriche e mirti. Al diradarsi della vegetazione, si prende il bivio, sulla sinistra, per Cala Napoletana. Si prosegue, sempre lievemente in discesa, prima di arrivare in uno dei punti più panoramici del percorso: una fatiscente vedetta. Lo spettacolo da questo straordinario punto panoramico vale da solo lo sforzo della camminata: la vista spazia verso le Bocche di Bonifacio, passando in rassegna le isole nord-occidentali del Parco Nazionale: Barrettini, Corcelli, S.Maria, Budelli e Razzoli. Oltrepassata la vedetta, si apre il magnifico azzurro del mare dell’ampia Cala Napoletana che include due piccole spiagge, ottimo punto per un tuffo defaticante. Dal retrospiaggia, continuando in direzione nord, seguendo degli stretti passaggi tra la bassa vegetazione, in cui prevale l’aromatico elicriso, si arriva all’istmo di Punta Crucitta. Dalla cala dalla sabbia dorata, si fa rientro intercettando le segnalazioni in pietra lungo l’irto sentiero che inerpicandosi fino a delle casermette militari, raggiunge il sentiero iniziale e torna al punto di partenza.

Nelle vicinanze: vale la pena esplorare, proseguendo verso nord, la propaggine più settentrionale dell’isola di Caprera, Punta Galera, indicata come variante.

Da non perdere: la visita alla batteria di Messa del Cervo, individuabile nell’ultimo tratto di sentiero, sull’altura omonima, edificata tra la prima e la seconda guerra mondiale. Questa postazione contraerea e controsilurante, con il compito di sorvegliare l’orizzonte del quadrante di Nord-Est – localizzata tra l’Opera militare di Arbuticci, la stazione radiotelegrafica di Becco di Vela e la Batteria Candeo- era posta sotto il comando del Gruppo Est della Dicat (Difesa Contraerea Territoriale e veniva identificata con la sigla “M 701”. La postazione era armata dalla Milmart (Milizia Artigliera di Marina) con 4 cannoni a 102/35 tipo “Oto 1933”, della gittata di 6.000 metri, collegati a una stazione di tiro tipo “Bragadin-Smeraldi”.

La disposizione logistica prevedeva, oltre la stazione della direzione di tiro, quattro piazzuole per i cannoni dotate di otto riservette e due depositi per stipare le munizioni, oltre a una casermetta e al corpo di guardia.

Una volta dismesso agli usi militari, in epoche recenti il manufatto edilizio ha vissuto periodi d’abbandono alternati ad occupazioni abusive di cui si riconoscono interventi di modificazione.

  • Durata del percorso: hr 1.15
  • Lunghezza: 4,5 Km
  • Difficoltà: E (facile)
  • Dislivello: 100 m
  • Panorama: *****
  • Natura: *****
  • Percorso tracciato con frecce segnaletiche e omini di pietra
  • Partenza: dalla fortificazione di Arbuticci
  • Arrivo: dalla fortificazione di Arbuticci
  • Periodo consigliato: tutto l’anno

Trail No. 14 – Cala Napoletana – Punta Crucitta
Island of Caprera

Circular trail from Arbuticci fortress to Cala Napoleta, Punta Crucitta and back

In Caprera Island, home until his death of General Garibaldi, among the several trails available to choose from, this one in particular, best enables to appreciate the uniqueness of all aspects enshrined in this island: landscape and nature with their emphatic beauty intermingle gently with the its historical high value. The trail starts at the four way crossroads at the foot of Arbuticci fortress, taking the old cart road further north, direct access to the northern part of the island, secluded and wild. Walking downhill you reach a shady ilex grove, beyond which the trail goes through deep scrub of thick heathers and myrtles. Where the vegetation starts thinning out, turn left at the crossroad toward Cala Napoletana. Continue going slightly downhill, before arriving in one of the most scenic spots of the trail: a broken-down lookout post. What you find here will make your effort definitely worthwhile: a spectacular far view of the Bonifacio strait, not before observing the northwestern islands of the National Park, Barrettini, Corcelli, S.Maria, Budelli e Razzoli. Once left the lookout post behind, you will be in Cala Napoletana, an ample bay where the sea offers its magnificent shades of blue, which includes two small beaches, perfect spot for a soothing swim. Continuing North behind the beach and following two narrow through low shrubs, where the aromatic scent of the Helichrysum (Roth) is overwhelming , you will reach the isthmus of Punta Crucitta. After an unforgettable visit of the golden sand beach, head back following the stone markers on the quite rough path that clambers to few small military posts and connect to the very first trail taking you to the starting point.

Nearby: worth exploring, continuing northbound, the northernmost point of the island of Caprera, Punta Galera, referred to as the trial variant.

Not to miss: a visit to the Military Battery Messa del Cervo that can be spotted in the last part of the path, on the hill of the same name, built between the first and second world war. This post served as anti aircraft and anti torpedo controlling Northeast quadrant of the horizon – located between the military facility Arbuticci, the radiotelegraph station Becco di Vela and the Candeo fortress – was under the command of East Group of the Dicat (Territorial Anti-aircraft Defense and was identified by the code “M 701”. The post was armed with “Milmart” (Naval Artillery Militia) that consisted of 4 cannons 102/35 of the type “Oto 1933”, with a range of 6,000 meters, connected to a shooting station of type “Bragadin-Emeralds”. The logistics layout comprised of, in addition to a Director Control Tower, four pitches for the cannons with eight smaller depots and two large ones for storing ammunitions and also a barracks and a guard house. After not being used for military purposes, in most recent years the structure has seen times of total neglect and others of evident restoration due to unauthorized private use.

  • Track time: hr 1.15
  • Distance: 4.5 km
  • Level of difficulty: E (easy)
  • Height gap: 100 m
  • View: *****
  • Nature: *****
  • Historical Landmark:*****
  • Trail marked by directional arrows and cairns (stack of stones)
  • Start: Arbuticci Fortress
  • Finish: Arbuticci Fortress
  • Recommended period: all year round


Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più accedi alla pagina dell’ informativa estesa sui Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi